MASTERCASE NDT COMMUNITY – PROGETTO VEROVINO

//MASTERCASE NDT COMMUNITY – PROGETTO VEROVINO

La giovane Community NdT (il Naso di Tommaso) ha fatto passi da gigante dal momento della sua fondazione (ottobre 2017).

Il mese di maggio 2018 segna un punto di svolta nella sua carriera: il 17 maggio, si è tenuto il primo Master Case della Community che ha gettato le basi per la realizzazione di un progetto concreto basato sulla tecnologia blockchain. Non si è trattato solo di parole, ma di FATTI.

Il progetto ha visto interessata, in primis, un’azienda esportatrice di vini italiani negli Stati Uniti, che ha avvertito la necessità di gestire tramite la tecnologia blockchain tutto il flusso di business, dall’acquisto delle bottiglie di vino in Italia fino alla fase della loro rivendita negli Stati Uniti, passando per la gestione documentale (lettere di credito, contratti), la certificazione delle merci, il loro trasporto via aereo e via terra, il passaggio dalla dogana e l’ultimo miglio.

La tecnologia blockchain permette di gestire in tempo reale e in maniera totalmente trasparente tutti questi flussi, garantendo allo stesso tempo la veridicità e l’immutabilità di ciò che avviene all’interno della piattaforma; questo significa che, per come funziona la tecnologia, una volta che, ad esempio, un documento asserente la qualità di un determinato prodotto viene digitalizzato e trascritto su blockchain, quel documento rimane immutabile e, qualora un qualsiasi tentativo di modifica dovesse avvenire, di tale tentativo sarebbe tenuta traccia. Quindi, la tecnologia permette di ridurre gli effetti dannosi di possibili frodi o contraffazioni.

Per la realizzazione di questo progetto, la Community NdT ha radunato attorno al tavolo di lavoro varie aziende specializzate nei vari settori di business a cui l’azienda è interessata (aziende di soluzioni logistiche, certificazione, software houses), le quali non mettono a disposizione soluzioni “preconfezionate”: lo scopo del Master Case è, infatti, proprio quello di lavorare insieme al fine di creare ex novo e modellare tali soluzioni in base alle specifiche richieste avanzate dall’azienda committente.

Per ora si è trattato del “kick-off” del progetto, ma già dal prossimo incontro, in programma per la metà del mese di giugno, si entrerà più nel dettaglio al fine di individuare possibili scenari di intervento delle varie aziende, potendo così aggiungere dei tasselli importanti alla realizzazione di un progetto innovativo e, soprattutto, unico in Italia.

Le prospettive sono buone. È solo questione di tempo.

2018-06-09T18:06:17+00:00